L’olio dei Berici – Il Rovere

Olio dei Berici - Il Rovere - Etichetta

Torniamo a fare tappa sui Colli Berici per visitare l’Azienda Agricola Il Rovere di Brigato Pietro.

Ci troviamo qui nella parte più alta di queste colline, a circa 400 metri di altitudine, i terreni qui diventano molto sassosi, erti e selvaggi, spesso coperti da boscaglie intricate, naturalmente ricchi di fascino naturalistico.

Da qualche curva della strada che si inerpica tra i boschi si aprono vedute sulla pianura sottostante piena di insediamenti, in contrasto con la solitaria rusticità di queste zone. Lasciato l’asfalto, attraverso una strada sterrata si giunge all’Azienda Il Rovere, 25 ettari soprattutto di boschi, con 600 piante di Leccino, Frantoio e Rasara che vengono piantate sui fondi degli avvallamenti, dove il terreno è meno sassoso e rimane più fresco.

L’azienda ha un casolare del seicento ristrutturato con grande porticato, immerso in un vasto giardino di ulivi circondato dal bosco; la struttura viene affittata per matrimoni, meeting, congressi, concerti. La produzione di olio annua è limitata, circa 5-6 quintali, perché la resa è minore in questi terreni poco generosi.

Al naso l’olio “Il Rovere” si presenta complesso con sentori verdi, dolci e speziati tra i quali si riconoscono la foglia di pomodoro, la rucola, una leggera nota finale di cedro. In bocca piccante ed amaro medio lunghi, leggermente allappante quando è giovane, fruttato di bacche e nocciole, persistente, con quelle note un po’ dure, boscose che lo fanno ricordare e gli danno nervo, lunghezza e pulizia.

Prezzo: 11 € da 0,50 l.
Azienda Agricola Il Rovere di Brigato Pietro
Via Castellaro, 8 – 36020 Castegnero (VI)
Tel. 0444 380938
www.ilrovere.net
e-mail: cinzia.brigato@brigato.it

Matteo Guidorizzi

Matteo Guidorizzi

Mi chiamo Matteo Guidorizzi e sono un onesto e malpagato docente di materie letterarie in un liceo, ho un’età -anta-tanta ma, per mia fortuna, sono preso da molteplici interessi, a cominciare dal mondo del vino. Sono attualmente socio dell’Ais (Associazione Italiana sommelier), dell’Onaf (Organizzazione nazionale assaggiatori formaggi), Onas (salumi) e sono iscritto all’elenco regionale dei tecnici ed esperti degli oli d’oliva. Insomma ho un naso ed una bocca discreti, li ho ben educati negli ultimi decenni e li uso per setacciare la mia terra veneta e scoprirci le pepite, le cose buone spesso poco note ma legate alle tradizioni alimentari delle nostre genti. Ecco quindi già rivelate le finalità dei miei interventi in questo blog: parlare del mio territorio e divertirmi, anche in vostra compagnia, se vorrete leggermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *