Gli ulivi dei Colli Berici: dove non osano le viti

Gli ulivi dei Colli Berici - Possia

Puntatina sui Colli Berici, dopo che in una degustazione di oli ne abbiamo incontrato alcuni di molto buoni che venivano da lì. La zona è ricca di ulivi, più di quanto si pensi, soprattutto nei versanti più sassosi ed inadatti alla vite. Le aziende di solito integrano diversi redditi, un poco d’olio, talvolta vino, ciliegie, miele ed attività agrituristiche.

Nel comune di Castegnero visitiamo l’Azienda Agricola Possia Roberto che produce il LAUDO, olio extra vergine di oliva della Cooperativa OliBeA.
La cooperativa OliBeA produce l’olio Dop Veneto Euganeo-Berico. Nata nel 2006 conta ora una ventina di soci, ognuno dei quali commercializza il proprio olio col nome collettivo di LAUDO.

Il signor Possia ha circa 350 piante di cultivar Frantoio, Leccino, Grignano e Rasara sulle colline dietro il paese di Castegnero. Il terreno è piuttosto sassoso, gli ulivi si alternano con i ciliegi, specialmente nel fondovalle dove lo strato di terra ha maggior spessore. Questa è la zona della ciliegia “mora di Castegnero” De. Co. (Denominazione Comunale), una ciliegia precoce dalla polpa tenera e scura e piuttosto dolce, di cui anche il signor Roberto è produttore (non mancate alla Festa della ciliegia a fine maggio a Castegnero).

Il suo Laudo è un olivaggio con blend finale di tutte le frangiture. Dolce al naso con profumi di erbe di campo, camomilla, mela matura. In bocca coerente nella nota dolce, ma con amaro e piccante di media intensità che danno nervo e spessore, finale di frutta secca, noce matura, gustoso, lungo, pulito e piacevole.

Prezzo: 13,50 € da 0,75 l
Azienda Agricola Possia Roberto
Via Fontecchio – 36020 Castegnero (VI)
Tel. 0444 922448
www.oliopossia.it
e-mail: fampossia@libero.it

Matteo Guidorizzi

Matteo Guidorizzi

Mi chiamo Matteo Guidorizzi e sono un onesto e malpagato docente di materie letterarie in un liceo, ho un’età -anta-tanta ma, per mia fortuna, sono preso da molteplici interessi, a cominciare dal mondo del vino. Sono attualmente socio dell’Ais (Associazione Italiana sommelier), dell’Onaf (Organizzazione nazionale assaggiatori formaggi), Onas (salumi) e sono iscritto all’elenco regionale dei tecnici ed esperti degli oli d’oliva. Insomma ho un naso ed una bocca discreti, li ho ben educati negli ultimi decenni e li uso per setacciare la mia terra veneta e scoprirci le pepite, le cose buone spesso poco note ma legate alle tradizioni alimentari delle nostre genti.
Ecco quindi già rivelate le finalità dei miei interventi in questo blog: parlare del mio territorio e divertirmi, anche in vostra compagnia, se vorrete leggermi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *